Atalanta-Venezia, PAGELLE, la difesa prova a reggere, dalla cintola in su pochi si salvano

30.11.2021 20:36 di Giuseppe Malaguti Twitter:    vedi letture
Atalanta-Venezia, PAGELLE, la difesa prova a reggere, dalla cintola in su pochi si salvano
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Atalanta-Venezia 15° giornata di Serie A 2021-22.
Le pagelle degli arancioneroverdi:

ROMERO 6
Può fare davvero poco negli inserimenti e i gol subiti da parte Pasalic e Koopmeiners.
MAZZOCCHI 4,5
Mai in partita, soffre troppo Pezzella e sbaglia una serie di scelte e appoggi semplici. (Dal 45’ CRNIGOJ 6). Entra con un discreto piglio, prova anche una conclusione dalla distanza. La sua fisicità probabilmente poteva essere utile da inizio gara, viste anche le difficoltà di Mazzocchi.
CALDARA 6
Vede arrivare i giocatori dell’Atalanta da ogni parte, nel complesso è uno di quelli che regge meglio il fortissimo impatto offensivo degli uomini di Gasperini.
CECCARONI 6
Per il capitano vale sostanzialmente lo stesso discorso fatto per il compagno di reparto Caldara: tra i meno peggio del Venezia visti al Gewiss Stadium.
HAPS 5,5
Dalla sua parte gioca Ilicic, basta e avanza. (Dal 71’ SCHNEGG sv)
AMPADU 5
Perde il duello a centrocampo con Pessina, non trovando mai il ritmo gara. Nel secondo tempo gioca da terzino destro e nel finale di gara arriva anche un giallo pesante che non consentirà al gallese di giocare il derby di domenica contro l’Hellas Verona.  
BUSIO 4,5
Gioca di fatto al posto di Vacca, nel senso che fa il regista basso. Dopo un bel tiro da fuori area sventato da Musso, sparisce subendo  terribilmente gli inserimenti di Pasalic senza mai incidere minimante del match. (Dal 57’ PERETZ 5). Appena entrato ha una occasione interessante, ma da due passi la palla sorvola il montante. Nel complesso gioca con la consueta morbidezza che poco serve nel nostro campionato.
TESSMANN 4,5
Zanetti lo schiera come mezzala sinistra: il giovane statunitense inizia male con un pallone perso sanguinoso che porta al primo gol atalantino: sempre in difficoltà nelle coperture.
KIYINE 4,5
Zanetti lo schiera nei primi 45 minuti da trequartista e si vede davvero poco. Nel secondo tempo gioca largo a sinistra nel nuovo 4-4-2 del Venezia, ma la musica non cambia. (Dal 57’ ARAMU 5,5). Difficile entrare in una partita già segnata: un paio di volte, con il suo sinistro, cerca di rendersi pericoloso ma senza efficacia.
HENRY 5,5
È il più pericoloso dell’attacco lagunare ci mette il fisico e un paio di volte il suo marcatore Palomino va in difficoltà, ma non basta al Venezia. Nella ripresa sparisce.
JOHNSEN 5
Gioca da punta in coppia con Henry senza mai incidere. (Dal 71’ SVOBODA sv).