Reyer Venezia-Varese, le pagelle: De Nicolao, Stone e Tonut sugli scudi

20.12.2020 21:47 di Daniele Morbio   Vedi letture
© foto di Umana Reyer Venezia
Reyer Venezia-Varese, le pagelle: De Nicolao, Stone e Tonut sugli scudi

La Reyer rialza la testa dopo 9 sconfitte consecutive tra Campionato ed EuroCup grazie al successo per 86 a 77 contro la Openjobmetis di Bulleri e Scola. Nel dettaglio ecco le pagelle dei ragazzi di coach De Raffaele, trascinati dagli italiani e dall'energia di Stone:


Davide Casarin 6: Qualche timido segnale positivo dall'esterno oro-granata; a volte ferma troppo il pallone e l'attacco ne risente, ma non dimentichiamoci che ha 17 anni e deve crescere. Sufficiente


Julyan Stone 7,5: Pronti via e cancella lo 0-2 di Douglas con una stoppata incredibile. Fa tutto lui tra terzo e quarto periodo: difende per 4, smazza assist a piacimento e tira giù una montagna di rimbalzi. Che piaccia o no, l'energia di Stone è di vitale importanza per la Reyer. All-Around.


Stefano Tonut 8: l'attacco di Venezia è nei polpastrelli del numero 7. Le sue scorribande spaccano in due la difesa bianco-rossa nel primo tempo, nella ripresa si eclissa un po' per stanchezza (normale, dopo il covid), ma se sta bene è giocatore di un'altra categoria. Qualità.


Austin Daye 5,5: ci si aspetta di più da uno con il talento di Austin. A lungo fuori dalla partita e impreciso al tiro, decide di battere un colpo con 5 punti in fila importantissimi nel quarto conclusivo. 7 punti con 3/9 al tiro, serata tranquilla. Luce ad intermittenza.


Andrea De Nicolao 7,5: con Tonut è il miglior realizzatore della Reyer. I due perni oro-granata fanno la parte degli americani e si vede. In ottima serata dall'arco, "De Nik" chiude con 18 punti e il 50% al tiro, mettendo triple pesanti e vincendo nettamente il duello con i pari ruolo avversari. Energia e punti.


Luca Campogrande 6: Bagna il suo esordio con 6 minuti e con due giocate importanti nel terzo quarto, date dall'energia e dal giusto atteggiamento dell'ex Roma. Un po' fuori dagli schemi, ma è normale. Sarà molto utile appena si integrerà.


Gasper Vidmar 5,5: solita presenza massiccia nel pitturato avversario, ma ha il solito problema di non concretizzare le occasioni che gli capitano. Gioca poco, ma poteva essere più incisivo sul tabellino con un po' più di cattiveria. Gigante buono.


Jeremy Chappell 5,5: Tantissima energia e tantissimi minuti (32), 11 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, ma dall'arco non ne azzecca una. Un po' confusionario nel quarto conclusivo, ma nel complesso ha fatto rivedere qualche giocata degna del giocatore visto lo scorso anno. Da ritrovare.


Lorenzo D'Ercole n.e.


Leonardo Biancotto n.e.


Isaac Fotu 6: lotta, aggressività e tuffi a non finire, partita di sacrificio per il maori veneziano. Il rientro di Watt permette a Fotu di rifiatare e di recuperare un minimo di energie visti i sacrifici fatti in queste settimane. 7 punti e 100% al tiro. Lottatore.


Mitchell Watt 6,5: a sorpresa tra i 12, ancor più a sorpresa in quintetto. Indietro di condizione e si vede, ma il #50 ha fatto vedere perché è un giocatore importante per questa Reyer: atletismo, tecnica e.... difesa del ferro. Per maggiori informazioni chiedere a Scola e Douglas. Bentornato Mitch.


Reyer 7: Vittoria di grinta ed energia. Servivano attitudine, elmetto, testa e poco spettacolo. Dopo un avvio poco convincente e contratto, sono saliti in cattedra Stone, De Nicolao e Tonut, trascinando i compagni verso un successo meritato e fondamentale. Il rientro di Watt dà profondità e soluzioni diverse, ora bisogna proseguire con tenacia e recuperare al meglio tutti.


Walter De Raffaele 7: Schiera Watt a sorpresa in quintetto e ha ragione, Stone da "4" tattico è una grande arma da sfruttare su entrambi i lati del campo e ha ancora ragione lui. Energia, tenacia e voglia di lottare: verranno tempi migliori e prestazioni esaltanti, ma intanto sono in saccoccia i due punti.