Venezia-Sudtirol 2-3, PAGELLE: Bertinato e Modolo horror, Olivieri ingenuo

16.12.2023 16:38 di Davide Turco   vedi letture
Venezia-Sudtirol 2-3, PAGELLE: Bertinato e Modolo horror, Olivieri ingenuo

Le pagelle del Venezia dopo la seconda sconfitta consecutiva, avvenuta in casa contro il Sudtirol. 

Bertinato 4: continua il periodo nero per lui, colpevole in entrambi i goal subiti. Nel primo è mal posizionato, va giù lento e non arriva sul pallone, sul secondo rimane immobile sul disastro di Modolo, si fa saltare e Merkaj appoggia a porta vuota. Poca sicurezza e errori che ormai stanno diventando un abitudine. 

Zampano 6: nel primo tempo sgasa sulla fascia e si gioca quasi sempre dalla sua parte, cala nel secondo e viene sostituito

(dal 77’ Cherishev 6: viene messo dentro per recuperare la partita ma fa ben poco. Giusto qualche pallone tagliente dei suoi)

(dal 77’ Ullmann 5.5: viene messo dentro e sbaglia diversi palloni, tenta la ruleta nel finale ma finisce per commettere fallo)

Sverko 6.5: uno dei più positivi finchè resta in campo. Attento dietro e si prende anche la licenza di fare qualche inserimento offensivo. Prende una gomitata e deve uscire per un problema al naso. Sfortunato. 

Modolo 4: Anche lui come Bertinato colpevole in entrambi i goal. Nel primo esce male, si fa anticipare e lascia una prateria alle sue spalle che Rauti si divora. Nel secondo regala a Merkaj il pallone del 2-2. Giornata storta per il capitano. 

(Dal 58’ Busato 5. Entra probabilmente nel momento peggiore, e la carta d’identità si fa sentire. Sbaglia un passaggio che rischia di mandare il Sudtirol in campo aperto, ma è solo il preludio del disastro commesso poco dopo: step-on-foot evidente e calcio di rigore che regala i 3 punti al Sudtirol)

Candela 6: si vede poco nel primo tempo, cresce nella ripresa ed è uno dei più positivi in un secondo tempo horror 

Tessmann 6: solita partita di sostanza dell’americano, che sbaglia qualche pallone ma è un vero e proprio faro per il centrocampo arancioneroverde. 

Busio 5.5: non il Busio che abbiamo imparato a conoscere quest’anno, impreciso e meno presente del solito. 

Ellertsson 6.5: gioca solo il primo tempo ed è infatti uno dei più positivi. Slalom speciale per servire Johnsen in campo aperto e altre buone giocate, oltre alla solita quantità. 

(Dal 45’ Jajalo 5 - Non sembra rientrato del tutto in forma. Perde diversi palloni e sembra spaesato, da lui ci si aspetta ben altro)

Johnsen 6: Il solito Johnsen, luci ed ombre. Al 38esimo la giocata che racchiude tutto: sombrero per superare l’avversario e poi, tutto solo, regala un pallone orizzontale a Casiraghi che sfiora il goal. Straordinaria la palla per Pierini che guadagna il rigore sul finale del primo tempo. Nel secondo fa impazzire Vanoli con alcuni palloni sbagliati e dormite, ma alla fine dei conti è l’unico che prova sempre a creare qualcosa e per fermarlo devono abbatterlo, anche se come al solito concretizza poco. 

Pierini 6: sbaglia qualche controllo non da lui e butta via qualche occasione di troppo. Si guadagna però il rigore che vale il momentaneo vantaggio. 

(dal 77’ Olivieri 4: rientra dall’ennesimo infortunio e si fa buttare fuori per proteste. Poco lucido e dannoso.)

Gytkjaer 7: primo goal da bomber vero, poi segna il rigore ed è molto utile con sponde e tanto lavoro spalle alla porta. Anche lui un po’ impreciso ma è il migliore dei suoi. Nel secondo tempo sparisce un po’ come tutto il Venezia.

Vanoli 5.5: tra infortuni e squalifiche rimane senza difesa e non è una sua colpa. La squadra però nel secondo tempo perde la bussola e cala la lucidità. Questa volta i cambi peggiorano la situazione e arriva la seconda sconfitta consecutiva. Nessun allarmismo ma bisogna sperare nel rientro di quache giocatore cardine per tornare a vedere il suo vero Venezia.