Cittadella-Venezia 1-1, PAGELLE: tante difficoltà, ma Javorcic la riprende con i cambi

28.08.2022 22:58 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Cittadella-Venezia 1-1, PAGELLE: tante difficoltà, ma Javorcic la riprende con i cambi
TuttoVeneziaSport.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Le pagelle degli arancioneroverdi post Cittadella-Venezia 1-1.

Joronen 6 – Riesce a respingere la conclusione di Asencio, non quella di Antonucci, quando ormai è fuori causa. In generale quando può c’è.

Zampano 6 – Uno dei pochi ad avere coraggio fin da subito, cerca di mettere qualche cross, anche perché l’aiuto da parte da Pierini è poco. Regge difensivamente, sulla sinistra diventa meno intraprendente.

Wisniewski 5,5 – Fragile come tutto il pacchetto centrale del Venezia, di testa le prende quasi tutte il Cittadella.

Ceccaroni 5 – Vero che la tanta pioggia rende tutto più difficile, ma le sbavature sono troppe e sanguinose. Si perde Asencio che nel primo tempo non punisce, sul gol respinge corto di testa e poi la mancata intesa con Zampano per poco non regala a Tounkara il bis. Giornata no.

Haps 6 – Il Cittadella preme tanto da quel lato, ma alla fine i pericoli, finchè è in campo, arrivano dai piazzati, su manovra di rado si fa sorprendere. Spinge però un po’ poco lasciando fare a Johnsen. Esce per precauzione dopo un dolore percepito allo scadere del primo tempo (dal 45’ Candela 6 - Permette a Javorcic di non perdere solidità sulle corsie dopo i problemi occorsi ad Haps).

Fiordilino 5,5 – Per larghi tratti del match il centrocampo del Venezia è in balia del Cittadella, non dando la sensazione di avere la giusta alchimia. Con i cambi ancora una volta Javorcic aggiusta il tiro.

Tessmann 5 – Troppo timido. Fa tanta fatica a fare filtro in mezzo e non riesce a imprimere ritmo alla sua gara. Nella ripresa rischia perdendo banalmente un pallone che Baldini scaraventa poco alto sopra la traversa (dal 65’ Cringoj 6 – Il Venezia ha bisogno come il pane del gigante sloveno, che dà spunto e fisicità)

Cuisance 6,5 – Qualche luce e tanto buio nella sua partita, ma alla fine è la qualità a prevalere. Si fa trovare sulla palla giusta al momento giusto e scarica di potenza in rete il secondo gol in due partite.

Pierini 5 – Spento. Praticamente mai un’iniziativa in tutto il primo tempo, si ricordano giusto un paio di scarichi per Zampano, senza però sovrapposizioni degne di nota. (dal 45’ De Vries 6 – Dà la sensazione di mettere l’energia che prima è mancata al Venezia)

Pohjanpalo 6 – Si ritrova a lottare da solo contro tutti, è accompagnato male dai compagni di reparto. Tenta qualche sportellata e cerca almeno di far sentire la sua pericolosità, ma da solo non può fare molto di più (dall’84’ Novakovich sv).

Johnsen 5,5 – Qualche iniziativa in più rispetto al dirimpettaio, ma troppo fumoso, non salta quasi mai il diretto avversario e non trova idee per i compagni in area (dal 64’ Connolly 6 – Entra con il piglio giusto, mettendoci freschezza e qualche idea in più rispetto a chi è uscito)

Ivan Javorcic 6 – Il Venezia soffre tanto nel primo tempo, la aggiusta con i cambi il mister, ma arriva comunque un gol di quelli che lo fanno arrabbiare. C’è ancora tanto da lavorare.