Lecce-Venezia, PAGELLE, Forte show, Johnsen ingenuo

05.12.2020 16:46 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
Lecce-Venezia, PAGELLE, Forte show, Johnsen ingenuo

Nella decima giornata di Serie B il Venezia pareggia 2-2 con il Lecce. Alla rete di Mancosu, risponde, con una doppietta, Francesco Forte. Nel secondo tempo Coda pareggia i conti.

Le pagelle degli arancioneroverdi:
LEZZERINI 6: Incolpevole sulla staffilata di Mancosu e poi sul gol di Coda. Sempre attento e concentrato.
MAZZOCCHI 7: nel primo tempo Pako è il padrone della fascia destra. Tanta qualità nel proporsi da ala; formidabile in uscita dal pressing avversario. Splendido il suo assist per la seconda rete di Forte. Cala un attimo nella ripresa.
MODOLO 6: qualche responsabilità nel gol del Lecce. Non era semplice contro un avversario di livello come Coda. Nel complesso partita comunque sufficiente. Il capitano esce al 60’ per un problema all’adduttore.
CREMONESI 6: mezz’ora contro Coda e Stepinski non era semplice.
CECCARONI 6,5: guida la difesa senza sbavature. Come sempre affidabile in tutte le situazioni difensive.
FELICIOLI 6: spinge meno rispetto a Mazzocchi. La rete siglata da Mancosu arriva nella sua zona di competenza. Nonostante ciò, rimane una pedina fondamentale di questo Venezia e anche con il Lecce dà il suo contributo.
FIORDILINO 6,5: qualità e quantità distribuita per il campo. Tatticamente gioca un match di spessore.
TAUGOURDEAU 7: il Venezia ha la fortuna di avere due registi, seppure con caratteristiche diverse, di qualità. Assente Vacca, il francese ex Trapani dirige alla perfezione i lagunari.
CRNIGOJ: entra al 70’, mette in campo la solita corsa e fisicità.
MALEH 6,5: meno appariscente di altre volte, ma determinate in fase di copertura e recupero, lui che è un centrocampista con doti offensive.
DI MARIANO 7 : ottima partita schierato largo a sinistra; il cioccolatino prelibato per la prima rete di Forte e tanto altro. Encomiabile perché in queste ultime due partite ha avuto il merito di farsi trovare pronto dopo tanta panchina.
JOHNSEN: 5,5 il norvegese entra al 70’ in luogo di Di Mariano in un momento non facile della sfida. Nel finale viene espulso.
ARAMU 6: come altre volte si muove su tutto il fronte offensivo senza dare punti di riferimento agli avversari. Trova meno spazio di altre volte viste le qualità degli avversari.
MOLINARO sv: entra per gli ultimi 5’ di gara con il Venezia che si mette a cinque dietro.
FORTE 8: otto come le sue reti in campionato. Prestazione sontuosa: Due reti meravigliose: una di testa, l’altra in acrobazia. Aggiungiamo che ha la capacità straordinaria di far alzare la squadra e di dialogare con tanta qualità con i compagni di reparto.
BOCALON sv: subentra al 85’ per Forte.