Reyer Venezia, le pagelle: Daye e Vidmar determinanti, ma i liberi....

08.02.2021 11:33 di Daniele Morbio   Vedi letture
© foto di Umana Reyer Venezia
Reyer Venezia, le pagelle: Daye e Vidmar determinanti, ma i liberi....

Sesto successo in fila per la Reyer Venezia di Walter De Raffaele, che batte la Pallacanestro Cantù per 80-75 al termine di una partita vissuta in quilibrio per quasi tutti e 40 i minuti. Determinante la difesa oro-granata nel quarto periodo, con Cantù che ha segnato solo 12 punti. Ecco le pagelle degli oro-granata:


Davide Casarin 5: entra, fa 3 falli e torna in panchina senza rivedere il campo. Non proprio una partita indimenticabile...


Julyan Stone 6,5: non parte bene, però fa sentire fisico ed atletismo sotto le plance. Chiude con 5 punti ed 11 rimbalzi ed una stoppata, ma quel 0/4 in lunetta poteva pesare tantissimo....


Stefano Tonut 6,5: non la miglior partita del #7, che comunque fa vedere lampi del suo talento. Serata un po' più opaca del solito, si sbatte alla grande in difesa. Anche lui mette a referto uno 0/2 in lunetta piuttosto pesante... strano per Tonut.


Austin Daye 7,5: entra, segna 13 punti in poco tempo con un solo errore dal campo, poi sparisce per un po' anche se arpiona 7 palloni sotto canestro. Segna lui il cesto del ciaone con un movimento spaziale in faccia a Leunen, con tanto di dedica alla panchina lombarda.


Andrea De Nicolao 6,5: tira male, però ha il merito di innervosire Gaines e Smith nei momenti cruciali della partita con le sue difese tentacolari. Mezzo voto in più per gli 8 assist smazzati ai compagni.


Luca Campogrande 7: partito in sordina ed in quintetto per l'assenza di Bramos, gioca un terzo quarto solidissimo e fatto di 11 punti. Merita fiducia, tiratore molto solido.


Gasper Vidmar 7: apre la partita con una schiacciata di potenza su un gran gioco a 2 con Clark, è un fattore dominante e determinante nel terzo quarto in attacco ed in difesa. Il gigante sloveno è sempre una garanzia.


Wes Clark 6,5: anche lui non tira bene, però c'è tanto ritmo nelle sue giocate offensive per i compagni. Segna 4 punti e smazza ben 6 assist, di cui uno sontuoso per un pick&roll giocato magistralmente con Vidmar.


Jeremy Chappell 6: non fa granché, però è solido e non commette errori. Nel terzo quarto gioca più per i compagni e si applica in difesa. Prestazione sufficiente nel ritorno tra i 12.


Valerio Mazzola 5: impalpabile, è vistosamente fuori condizione... e non può essere altrimenti visto lo stop lunghissimo.

Bruno Cerella ng

Mitchell Watt 6: mezzo voto in meno per aver sbagliato davvero troppi tiri che segna ad occhi chiusi. A tratti avulso dalla partita, segna comunque 13 punti e cattura 6 rimbalzi con la solita stoppata quotidiana.


Walter De Raffaele 6,5: sono 6 in fila, ma la partita contro Cantù lascia qualche dubbio sulla difesa vista nei primi 20' e sulla solidità iniziale della squadra. Serve molto di più per battere Bologna giovedì e lo ha detto.


Reyer 6,5: la vittoria della difesa nel quarto quarto, la vittoria dell'identità, però i primi 20' difensivi sono troppo teneri e ciò non va bene. Quel 9/22 in lunetta è un film horror, anche se non è la prima volta che si tira male ai liberi.